La app si basa sul sistema Geofencing.

Su un database vengono registrate le coordinate GPS degli attraversamenti non regolati da sistemi semaforici creando un “recinto” intorno al punto denominato “area di notifica”.

La app interagisce con i sensori presenti a bordo dello smartphone per determinare se l’utente è un guidatore o un pedone. Dopo aver fatto rientrare l’utente in una delle due categorie, monitora in background le attività del telefono. Nel momento in cui il telefono risulta nei pressi di un attraversamento pericoloso, la app entra in fase di ragionamento generando notifiche sullo schermo per informare automobilista e pedone dell’imminente attraversamento pedonale.

La generazione delle notifiche avviene in un’area di 100 metri per il pedone e in una di 300 metri per il guidatore.

Guarda il video per capire meglio…